Pigna

pigna

Pigna è il nome del nono rione di Roma, (R. IX). Lo stemma del rione ha proprio una pigna: il motivo è una scultura a forma di pigna ritrovata nel rione, in seguito spostata in Vaticano nel Cortile della Pigna.

Il rione si trova nel I municipio, all’interno delle Mura Aureliane nella zona di Roma anticamente denominata Campus Martius nella VII regio augustea. Ha forma all’incirca quadrata, delimitata dal Pantheon, dal largo di Torre Argentina, da via delle Botteghe Oscure e da piazza Venezia.

La Pigna latina del toponimo – proveniente da chissà quale dei molti edifici monumentali del rione – fu portata in Vaticano in epoca assai antica, se è a quella che Dante si riferisce nella Divina Commedia parlando di Nembrotte nel 31.mo canto dell’Inferno: ” La faccia sua mi parea lunga e grossa come la pina di San Pietro a Roma “.

 Il rione era del resto denominato “della Pigna e di San Marco”, nel XIII secolo. Oggi, a risarcimento della perdita della pigna maggiore, una piccola fontana a forma di pigna in travertino si trova davanti alla Basilica di S. Marco. Fu lì eretta dal Comune di Roma, con l’intento di ripristinare il simbolo del Rione, costituita da un semplice ed elegante stelo, al centro di un piccolo bacino, sul quale due corolle di tulipani stilizzati sostengono una pigna. L’acqua fuoriesce da due cannelle laterali e si raccoglie nelle vaschette a fior di terra protette da quattro colonnine.

Riferimenti bibliografici e fonti
  • http://it.wikipedia.org/wiki/Pigna_(rione_di_Roma)
Riferimenti fotografici
  • http://it.wikipedia.org/wiki/File:Rome_rione_IX_pigna_logo.png
  • Archivio tuaRoma.it